Ah. L’amour (in cuffia : isn’t she lovely – Stevie Wonder)

Lui si volta indietro per un secondo, poi di nuovo parla alla ragazza che ha di fronte. 
“Amore, secondo te è cinese?”
“Ma va’” risponde lei. “Guardagli gli occhi.”
“Appunto. Li ho visti. Sono cinesi.”
La ragazza scuote la testa ed osserva il giovane con l’apparecchio in bocca come avesse a che fare con un povero beota con l’apparecchio in bocca.”Perché sei cretino?”
“Dai. Solo simpatico. Con te.”
“Sentilo, da morirci. Comunque è giapponese, si vede. Di qualche isola asiatica tipo Hiroshima o giù di lì. Non vedi che ha la macchina fotografica? Una Nikon. Figurati.”
Lui annuisce. È, però, ancora perplesso.
“Perché i cinesi non hanno la…?!”
“Ma va’. Quelli sono telefonino e wechat. Anche se poi hanno la stessa faccia, più o meno.”
“Dai, abbassa la voce, che t’ha sentita.” 
“Ma chi?”
“Ti ha guardata. Fidati. Quello lì,  il cinese, ti ha sentita. Guardaguardaguarda ti sta guardando. Chefiguradimerda!”
Alcuni passeggeri si voltano. La osservano. Mollano le proprie letture.
Ed è in quel preciso momento che lei si innervosisce.
Serra le labbra. Si muove sulla seduta. Abbassa la voce che diviene cigolante. Metallica. 
Gli occhi ridotti in fessure, come in Shining. Pertugi del male. Crepe dell’inferno. 
“Oh. Siamo in un treno.” Raschia petulante la pupilla perniciosa. “Se non gli sta bene scenda pure questo qui! Mi guarda… Cos’è? non posso parlare? Già ci hanno invaso con gli involtini, le lore cazzate cinesi copiate e io devo abbassare la voce? A casa mia?”
Prossima fermata Vanzago. Questo treno è diretto a… Treviglio
.In quel frammento, apparecchio beota si piega infallibilmente in avanti. 
Purtroppo, sorride. Con quel ghigno di acciaio. Mai pago.
Il piglio è un lieve sussurro nel suburbano claustrale.
“Ma  non hai appena detto che è giapponese, e guardagliocchi guardalaNikon guardawechat?”
Il danno è fatto.
Merda.
La giovane donna si morde le labbra. Le si appanna lo sguardo. Scruta l’uomo asiatico, poi fissa alcuni vicini che, evidentemente (è lapalissiano) ridono di lei. 
Osserva nuovamente il beota con l’affare di latta in bocca che chiama amore. Buongiorno amore. Per tutta la vita amore.
Qualche secondo per assimilare. Apre la sua rivista, accavalla le gambe. Prende un lungo respiro.
“Sei arrabbiata amore?Scherzavo.”
La donna esplode.
“Oh, senti. Se questa mattina ti sei svegliato per rompermi le palle vedi di telare. E vedi di non sputarmi in faccia quando parli. Che mi hai lavata. Sto deficiente, sto’.”

Ah, l’amour! Isn’t she lovely

Annunci

43 thoughts on “Ah. L’amour (in cuffia : isn’t she lovely – Stevie Wonder)

  1. Ahahah! Lo penso sempre, che le effusioni in luoghi pubblici potrebbero essere malinterpretate (è anche per quello che sono divertenti in effetti).

    Ora che ci rifletto, quello che scrivi non è solo piacevole e idilliaco (nel senso etimologico del termine), è anche la rassicurante concretizzazione di un incubo. Che sarebbe vedermi descritta in uno di questi quadretti. Ma è rassicurante… per via della Lombardia, perloppiù.
    😉

  2. La cosa veramente drammatica è che l’accopiata di queste due “menti” si tradurrà in qualcosa che già vedo seduto nei banchi della mia aula tra qualche anno…seduto vicino al suo compagno con…gli occhi a mandorla 😉

  3. Se penso che questi due potrebbero procreare mi vengono i brividi! 😉
    Sei di una bravura mostruosa a descrivere tanto bene ciò che vedi e senti .
    Buona domenica 😀
    liù

  4. C’è qualcosa di tremendamente geniale in tutto questo. Complimenti, davvero. A te, ma anche ai passeggeri, come pupilla perniciosa e apparecchio beota (meravigliosi), veri protagonisti di questo magnifico teatrino su rotaie!

  5. In effetti il viaggio in treno ha il suo fascino. Ho preso il treno tutte le mattine per anni per andare a scuola e mi è sempre piaciuto. I tuoi post sono splendidi. Fanno ridere, sorridere…un po’ fan venire anche i brividi al pensiero di quello che racconti. Buona giornata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...