Dovessi. Potessi (in cuffia : AM2PM – my feelin’ – unique2rhythm remix)

Corrono. Entrano. Trafelati si siedono.
“Questo” (affanno) “deve essere” (affanno) “il diretto.”
“Forse” (dispnea) “il Treviglio?”
“Vabbhé, chiminchiasenefotte. Sono le sette. È presto.” (Respiro lungo di sosta) “Andiamo al Duomo e facciamo colazione lì.”
“No.”
L’occhio iniettato di sangue, insiste come la pioggia.
“Dai non fare il barbone facciamo a tempo.”
“No, è uno sbatti!”
“Sei il solito barbone.”
“Non è per i soldi”
“Sevvabbhé” sbuffa, si gratta insistentemente la faccia. “E per cosa è? Dì. Per cosa?”
“Oh. Tipo! Mica sei mia madre.”
“See. Che se lo sarei stato, vedi”
Se lo Sarei
Tutto il treno si gira. Si flette. Inginocchiato, sussurra.
Se fossi. Se fossi. Se fossi. Se fossi.
Dieci. Cento. Mille teste.
Se fossi. Lo sanno anche i vetri.
“Che se lo saresti stato, cosa? Eh? Cosa?”
Merda! In due è troppo difficile. Insormontabile.
“Vabbhéminchia. Con te non si può parlare.”
Già. Appunto.
Con nessuno dei due si dovrebbe.
O si dovesse?

AM2PM – my feelin’ (unique2rhythm remix)

89 pensieri su “Dovessi. Potessi (in cuffia : AM2PM – my feelin’ – unique2rhythm remix)

  1. Come sempre giochi al sono uomo o donna? Mi piace trattarti da uomo intrappolato in una donna lesbica 😉
    Sempre sorrisi quando ti leggo. Buon weekend.

  2. Caro Vagone, felice di rileggerti con un pezzo tanto divertente quanto vero. A me succede a volte di leggerle queste meraviglie verbali nelle mail ed è sempre un colpo. Ma quello che trovo più sorprendente è che i contenuti spesso siano anche peggiori della forma. Buon fine settimana…

  3. Finalmente! Aspettavo da tempo queste tue “petites farces”! Perché di farsa si tratta, chi sennò maltratterebbe in questo modo la lingua italiana? Quindi coups de bâton come nelle farse di Molière! 😀
    Che ogni giorno si celebri un funerale per la dipartita di un congiuntivo ero abituata, due contemporaneamente mi mancavano ancora.
    Leggerti è puro piacere 🙂
    Primula

  4. Vagone ritorna i binari sono in fiore e noi aspettiamo con, con, con amore o stupore o furore o…
    Mi ero scordato di dirti che c’ero di nuovo, perdono.

  5. Sei tornatooo!!!
    🙂
    Ricordo una colazione fuori con amiche, da California Bakery (si lo voglio dire dove ho beccato un caprone alla cassa); chiediamo i conti separati, ma non si può. E il cassiere “mi spiace SE POTREI lo farei”.
    attimo di silenzio imbarazzante. balle di fieno che corrono dietro di noi.
    “Uhmm..ok, fa nulla, grazie”.
    E poi cercano gente che sappia perfettamente l’inglese..magari meglio accertarsi che prima uno sappia bene l’italiano!

  6. Ti ho scoperto solo oggi, ma il tuo blog già mi piace. Ho letto qualche post e devo dire che hai uno stile davvero particolare, riesci a trasformare in immagini ciò che racconti. Spero che scriverai presto qualcos’altro e grazie per essere passato/a (?) da me

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...